Ottieni subito il diploma! Fino a tre anni in uno. Chiedi Info.
 
Sei in:  Home » Laurea » Corsi di laurea » Laurea triennale giurisprudenza
Laurea triennale giurisprudenza

Laurea triennale giurisprudenza

Questa laurea non permette di svolgere la professione forense, tuttavia consente di lavorare in ambito giuridico-amministrativo.

Cosa è
Questo titolo di studio è inerente il corso di laurea in Scienze giuridiche, il quale fa capo alla facoltà di Giurisprudenza. Data la sua natura, l’attività didattica di questo indirizzo ruota attorno alla disciplina principale, cioè lo studio del diritto in tutte le sue declinazioni.

Scopo del corso è di formare delle figure professionali capaci di muoversi in ambito sociale e amministrativo sfruttando le conoscenze acquisite nel triennio. Al contrario dei corsi a ciclo unico, infatti, questo non permette di accedere automaticamente alla carriera forense poiché appartiene al primo ciclo universitario. Gli studenti che intendono proseguire gli studi e intraprendere la professione di avvocato o magistrato, una volta laureati dovranno conseguire anche la laurea magistrale (quella specialistica).
La laurea triennale apre comunque molte porte per svolgere un lavoro in cui siano richieste delle basi giuridiche, infatti è facilmente abbinabile a diversi settori. Grazie a questa formazione si può lavorare in ambito giornalistico o bancario, ma anche per imprese commerciali e industriali.

Requisiti per l’accesso
Per proseguire gli studi a livello universitario, tutte le facoltà richiedono il diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Questo significa che bisogna necessariamente aver concluso il ciclo di studi precedente, cioè le scuole superiori.

L’ammissione al corso di laurea in giurisprudenza non prevede il test d’ingresso, perciò quest’indirizzo non è selettivo. Nonostante questo, però, bisogna sostenere un esame orientativo con cui stabilire le conoscenze di base di ogni studente. Chi non riesce a raggiungere la sufficienza dove seguire dei precorsi integrativi così da mettersi in pari.

Come conseguire la laurea triennale in giurisprudenza
Questo tipo di laurea ha una durata triennale, quindi rientra nel primo ciclo di studi universitario. Per acquisire il titolo accademico, quindi, è necessario sostenere tutti gli esami suddivisi nei 3 anni e accumulare i relativi crediti formativi universitari (CFU). Una volta finito ciclo e ottenuto 180 CFU totali, gli studenti possono procedere con il passaggio successivo, che è la domanda di laurea. Quest’ultima consente di iscriversi all’esame finale, il quale consiste nella discussione della tesi, un elaborato scritto dallo studente sotto la supervisione di un professore, il relatore.

La discussione della tesi avviene davanti alla commissione di laurea, e prevede la presentazione orale del proprio elaborato. Una volta conclusa, la commissione stabilisce il voto di laurea (che si esprime in centodecimi) e, in caso di eccellenza, attribuisce la lode.

Sbocchi professionali
Come abbiamo già detto, la laurea triennale in giurisprudenza può avere diverse applicazioni. Chi decide di non proseguire gli studi e cercare un’occupazione, può svolgere il suo lavoro in ambito giuridico-amministrativo sia a livello privato che pubblico. Altri possibili sbocchi riguardano il terzo settore, per operare nel sociale, oppure il giornalismo qualora si vantino anche delle buone conoscenze della lingua scritta e parlata.
Vai alla versione mobile - Informativa sulla Privacy - Politica dei Cookie
©Ediscom Spa - P.I. 09311070016 - Pec: - Uff. Reg. di: Torino - REA N. 1041819 - Cap. soc.: 120.000€