Ottieni subito il diploma! Fino a tre anni in uno. Chiedi Info.
 
Sei in:  Home » Laurea » Corsi di laurea » Laurea in scienze della comunicazione
Laurea in scienze della comunicazione

Laurea in scienze della comunicazione

Cosa è
Il corso di laurea in scienze della comunicazione è un corso di laurea di primo livello, dura 3 anni e mira a fornire tutte le competenze necessarie per lavorare nel mondo della comunicazione. Visto l’ampio raggio in cui è compreso questo settore, sono affrontate materie anche molto diverse tra loro: si va, infatti, dalla letteratura all’economia, dalla sociologia all’informatica, passando per materie più specifiche quali analisi dei linguaggi televisivi, analisi dei testi giornalistici o semiotica dei nuovi media.

Dopo aver conseguito la laurea di primo livello, ci si può specializzare con una laurea magistrale della durata di 2 anni. Per avere una panoramica dei corsi magistrali in scienze della comunicazione presenti nelle università italiane si può consultare il sito del Centro Studi Orientamento.

Requisiti per l’accesso
Chiunque sia in possesso di un diploma di scuola media superiore può iscriversi a un corso di laurea in scienze della comunicazione. Sono pochi gli atenei che istituiscono il numero chiuso per tale corso di laurea, ma è sempre bene verificarlo presso il centro immatricolazioni della propria università. Anche qualora non ci fosse un test d’ammissione, è però quasi sempre previsto un test d’ingresso che serve ad accertare quale sia il bagaglio culturale della matricola, soprattutto nelle aree di interesse del corso di laurea. Se si dovessero riscontrare grosse lacune, sono previsti laboratori o corsi aggiuntivi da frequentare a inizio anno.

Come conseguire la laurea in scienze della comunicazione
Come previsto dalle leggi in vigore, per completare il primo ciclo di studi si devono accumulare 180 CFU (Crediti Formativi Universitari), per il secondo sono necessari, invece, 120 CFU. Le attività di laboratorio, in particolare linguistico o informatico, e i tirocini presso aziende o enti pubblici convenzionati con la propria università, garantiscono un certo numero di crediti che si possono aggiungere a quelli ottenuti con gli esami.

Una volta sostenuti tutti gli esami inseriti nel proprio piano di studi, il laureando dovrà affrontare la prova finale, che consiste nella composizione di una tesi di laurea. Il primo passo è scegliere l’insegnamento che si vuole approfondire. Solitamente è richiesto di aver accumulato un certo numero di crediti nell’area in cui ci si vuole laureare, ad esempio possono essere richiesti 12 CFU in editoria multimediale se ci si vuole laureare in tale materia. Dopo aver concordato con il proprio relatore, il docente della materia in oggetto, il titolo della tesi, si procede con la stesura e la discussione davanti a una commissione esaminatrice, che infine proclamerà il laureando dottore in scienze della comunicazione.

Sbocchi professionali
La laurea in scienze della comunicazione, grazie all’ampio ventaglio di competenze fornite, è una delle più versatili in campo occupazionale. Uno degli ambiti che interessano maggiormente chi intraprende questo corso di studi è quello del giornalismo. Per diventare giornalista è necessario affrontare un iter specifico, regolamentato dalla legge e riassunto con chiarezza sul sito dell’Ordine dei Giornalisti.

Il laureato in scienze della comunicazione può comunque trovare lavoro in moltissimi settori lavorativi e potenzialmente in tutte le realtà, pubbliche e private, che richiedano professionisti nell’ambito del marketing, della pubblicità, della promozione e comunicazione d’impresa o turistica.
Vai alla versione mobile - Informativa sulla Privacy - Politica dei Cookie
©Ediscom Spa - P.I. 09311070016 - Pec: - Uff. Reg. di: Torino - REA N. 1041819 - Cap. soc.: 120.000€